Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.

 

Italian (IT)

Khun sale sul bus direto a YangonUn banco per Khun Kyaw Naing

Khun è un bambino di 11 anni. E' sveglio, curioso e vivace, come tutti i bambini della sua età, ma non è mai andato a scuola. Come mai? Khun è sordomuto e, come spesso accade nelle realtà rurali in Myanmar, si è dovuto scontrare con l'idea per cui un bambino sordomuto non è in grado per imparare a leggere e a scrivere.

L'abbiamo conosciuto da pochi giorni nel centro per ragazzi disabili di Phayar Phyu, in cui la madre lo aveva portato nel mese di Gennaio.


Fino a quel momento Khun aveva vissuto a casa con i genitori, ma nell'ultimo periodo suo padre era diventata molto violento. Lo accusava di giocare in modo troppo vivace e di rompere gli oggetti in casa e i suoi scatti di ira nei confronti di Khun diventavano sempre più frequenti.  A gennaio la madre si è accorta dalla situazione e per proteggere Khun ha deciso di iscriverlo al centro disabili di Phayar Phyu, un centro residenziale gestito dalle suore.

Era evidente che un centro per disabili mentali non fosse il posto adatto per Khun e le suore si sono accorte subito che quel bambino così vivace e cuorioso e con un'incredibile voglia di imparare lì era fuori posto.

Noi abbiamo conosciuto Khun a Maggio, durante una delle nostre visite al centro. Ci siamo confrontati con le suore e siamo subito arrivati alla stessa conclusione: Khun non poteva rimanere lì, deve avere la possibilità di andare a scuola. Ma come fare a inserire nel sistema scolastico un bambino di 11 anni?

Abbiamo immediatamente contattato il centro Mary Chapman di Yangon, una scuola per ragazzi sordomuti con cui collaboriamo da anni. Abbiamo raccontato loro della situazione di Khun, che loro hanno capito immediatamente, e la direttrice si è subito adoperata per trovargli un posto.

Il giorno stesso Khun, avvertita la famiglia, è partito per Yangon e dal 26 Maggio ha iniziato a frequentare la scuola. New Humanity lo sostiene pagando le tasse scolastiche, le spese di vitto e alloggio a Yangon presso il centro Mary Chapman e i costi di viaggio.

Le maestre ci hanno raccontato che Khun è felice, ha molta voglia di imparare e sta già dando ottimi risultai dopo pochi giorni.

 

Per sostenere Khun e altri bambini nella sua situazione, puoi fare una donazione indicando come causale "Progetto disabilità Myanmar"

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Go to top