Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.

 

Italian (IT)

Migranti in arrivo dalla ThailandiaEmergenza in Cambogia: aggiornamenti da Poipet

Dall’11 Giugno ad oggi sono più di 177.000 i migranti cambogiani che hanno dovuto abbandonare la Thailandia. Si tratta di lavoratori Cambogiani che da anni vivono in Thailandia senza permessi, lavorando nelle aziende manifatturiere thailandesi. Nel giro di pochi giorni sono stati obbligati ad abbandonare il Paese e a rientrare in Cambogia.

 

Questo esodo si è tradotto in una crisi umanitaria di dimensioni enormi: ogni giorno circa 15.000 persone raggiungono la città di Poipet, al confine, la maggior parte di loro senza cibo e acqua e senza soldi per poter raggiungere la loro città natale.

New Humanity, in cordata con Caritas Cambogia e con altre organizzazioni, sta partecipando a un progetto di risposta all’emergenza.

Sono state allestite 7 tende per la distribuzione di cibo ed acqua, a cui vengono accolti tutti i migranti in arrivo a Poipet. In una settimana sono stati distribuiti 160.393 pasti, 268.000 bottiglie d’acqua e 4.300 kit igienici.

I volontari e lo staff stanno lavorando fino al 1.30 di notte quasi tutte le sere perché i camion dalla Thailandia continuano ad arrivare fino a tarda sera.

E’ stato organizzato un campo con tende per ospitare le persone che arrivano la notte e che sono costrette ad aspettare la mattina per potersi muovere verso le loro case.

Un’attenzione speciale è dedicata anche al problema dela protezione dei minori. Date le proporzioni dell’esodo, molti bambini vengono temporaneamente separati dalle proprie famiglie. Si cerca quindi di intervenire tempestivamente ogni volta che c’è un minore isolato per ricongiungerlo velocemente con i propri genitori.

Negli scorsi giorni si sta assistendo a un rallentamento degli arrivi e ci si aspetta che questi possano interrompersi nei prossimi giorni. Le dimensioni del fenomeno rimangono comunque enormi e c’è bisogno di continua assistenza ai confini per facilitare i trasporti verso l’interno e per garantire i servizi base a chi è costretto a stazionare a Poipet.

L'arrivo di un camion di migranti dalla Thailandia             Distribuzione di cibo e acqua in un tendone

L'arrivo di un camion di migranti dalla Thailandia                     Distribuzione di cibo

 

I volontari della Caritas accolgono le famiglie                  
in arrivo dalla Thailandia                                               

Una volontaria della Caritas accoglie una donna col suo bambino        

I trasporti via bus organizzati dalla caritas da Poipet alle altre città della Cambogia 

Trasporti organizzati dalla Caritas

 

L'11 Luglio corri per la Cambogia e dai un aiuto concreto per l'emergenza

Iscriviti alla nostra newsletter

Go to top