Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.

 

Italian (IT)

Si tratta di includere la visita degli orfanotrofi nei pacchetti turistici promossi dai tour operator e permettere a visitatori dal background sconosciuto di trascorrere del tempo all’interno di queste strutture, interagendo con i bambini e, a volte, accompagnandoli in escursioni giornaliere. Se nel turismo responsabile e sostenibile questa pratica era stata inizialmente pensata per favorire l’incontro tra realtà e culture diverse, per molte organizzazioni si è trattato, sin dall’inizio, di un vero e proprio affare economico. Basti pensare che molti degli orfanotrofi aperti negli ultimi anni risultano appartenere a società con base in America o in Europa. L’introito derivante dalla generosità dei visitatori è enorme, tanto da risultare sufficiente al sostentamento di queste strutture, che divengono così totalmente dipendenti da aiuti esterni. Otre agli aspetti etici già di per sé discutibili, qui ci troviamo di fronte ad una evidente violazione dei diritti dei minori. Mai permetteremmo a degli estranei di entrare nelle nostre scuole e di interagire con i nostri bambini. Risulta quindi aberrante pensare che si possa accettare e addirittura promuovere un fenomeno tanto pericoloso, in qualunque parte del mondo esso si verifichi. Anche se escludessimo le cattive intenzioni dei visitatori, il continuo ripetersi di brevi incontri con persone diverse provoca una profonda destabilizzazione nella vita di un bambino,  soprattutto se già privato del nucleo familiare. La maggior parte di questi bambini, inoltre, non sono orfani, ma hanno ancora almeno un genitore. L’orfanotrofio diviene così il luogo dove la famiglia deposita il proprio figlio e si sottrae alle proprie responsabilità, sia affettive che economiche. Inevitabile un cambiamento sostanziale nella struttura della comunità e conseguenze dannose sulla crescita dei bambini, chiamati a sperimentare quel senso di abbandono che tanto inciderà sul loro processo formativo. Il ruolo dei turisti è fondamentale per arginare questo fenomeno dilagante perché è solo agendo sulla domanda che si riuscirà ad ottenere una riduzione dell’offerta. E’ importante saper valutare sempre gli impatti derivanti dalle nostre scelte, siano esse relative ad una vacanza o ad un prodotto da acquistare. Nello specifico, è bene non accettare pacchetti viaggio che includono la visita di orfanotrofi e non lasciare donazioni a questi istituti; è consigliabile invece sostenere progetti di sostegno alle famiglie e di generazione di reddito attraverso organizzazioni competenti e accreditate, che operano in modo professionale in contesti sociali e culturali conosciuti. 


 

Il tuo aiuto può fare tanto

Iscriviti alla nostra newsletter

Scopri i nostri progetti nel mondo

Go to top