Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.

 

Italian (IT)

Bambina a scuolaIl progetto ECCE compie 2 anni: uno sguardo su cosa abbiamo fatto e sui programmi per il futuro 

 

Il progetto ECCE entra nel suo terzo anno!

Si è appena concluso il secondo anno del progetto ECCE (Early Childhood Care and Education), che ha l’obiettivo di garantire l’accesso all’educazione prescolare ai bambini nelle aree rurali. New Humanity gestisce 20 classi di asilo nelle province di Kompong Chhnang e Mondolkiri, offrendo l'accesso all'educazione prescolare a 580 bambini.

Uno sguardo sulle principali difficoltà incontrate, sui risultati raggiunti e sui progetti per il futuro.

Perché avviare asili in una regione in cui la maggior parte dei bambini non ha accesso neanche all’educazione primaria?

L’importanza dell’educazione prescolare è spesso sottovalutata.

In Cambogia gli asili pubblici sono ancora pochissimi e spesso i bambini si inseriscono nel sistema scolastico direttamente a 6 anni, con l’inizio della scuola primaria. Spesso gli insegnanti lamentano ridotte capacità di apprendimento da parte degli studenti. Se infatti la prima infanzia rappresenta la fase di maggior predisposizione all'apprendimento da parte dei bambini, sfortunatamente la maggior parte dei genitori in Cambogia non è nelle condizioni di fornire loro adeguati stimoli intellettuali. Ne risultano altissimi tassi di abbandono scolastico e di bocciatura. Crediamo che la promozione dell’educazione prescolare possa da un lato motivare i genitori ad iscrivere i bambini al primo anno di scuola, dall’altro facilitare l’inserimento scolastico dei bambini e ridurre il tasso di bocciature e di abbandono scolastico. All’asilo i bambini possono imparare le basi di matematica e lettere e sviluppare i propri sensi e creatività.Nella regione di Mondolkiri inoltre lavoriamo con i bambini della minoranza etnica Phnong. Questi bambini non parlano il khmer, lingua ufficiale della Cambogia e lingua di insegnamento nelle scuole pubbliche. Negli asili i bambini hanno la possibilità di imparare la lingua Khmer e questo gli permetterà di iscriversi nelle scuole pubbliche.

Il tasso di abbandono scolastico negli asili di NH è alto?

Nel 2011 si sono iscritti all’asilo 580 bambini, di cui solo 13 si sono ritirati dalla scuola nel corso dell’anno. 4 hanno abbandonato la scuola perché si sono trasferiti in un’altra città. Purtroppo 9 bambini hanno invece abbandonato la scuola a causa della povertà, perché le loro famiglie si sono trovate costrette a farli rimanere a casa a dare una mano.Anche se si tratta di piccoli numeri, è un dato che non possiamo ignorare. Continueremo a lavorare con le famiglie per aiutare il loro sviluppo economico.

Qual è la difficoltà più grande?

Nonostante le famiglie e i bambini capiscano l’importanza dell’educazione, il tasso di frequenza delle lezioni è ancora basso, specialmente nella regione di Mondolkiri.Abbiamo visto che durante la stagione del raccolto la frequenza degli studenti diminuisce vertiginosamente. La famiglie sono impegnate nei campi e spesso hanno bisogno dell’aiuto di tutti o figli o, semplicemente, vivendo troppo lontano non possono farsi carico anche di portare i bambini a scuola. A questo si aggiunge il fatto che spesso sono anche gli insegnanti ad assentarsi perché troppo impegnati nel raccolto, col risultato che i già pochi bambini che vanno a scuola spesso trovano la classe vuota.Per l’anno che sta cominciando abbiamo deciso di proporre un cambiamento: durante la stagione del raccolto sospenderemo le lezioni, per recuperarle in altri periodi dell’anno in cui le famiglie sono meno occupate.Sappiamo però che il principale mezzo per diminuire l’assenteismo è sensibilizzare e supportare le famiglie. Per questo NH è impegnata anche nell’organizzazione di attività con i genitori. Organizziamo corsi di formazione agricola proprio per le famiglie, per offrire loro l’opportunità di migliorare la produzione agricola e l’allevamento, e gestiamo con loro una sorta di “banca del riso”, per garantire a tutte le famiglie l’accesso alle sementi.

Progetti per l’anno che sta iniziando?

Quest’anno vogliamo continuare le attività iniziate nelle 20 classi di asilo e coinvolgere sempre di più i genitori e le comunità locali in modo che il progetto possa andare avanti anche senza il nostro sostegno. Abbiamo anche in programma un , perché possano confrontarsi con diversi metodi di insegnamento e portare nuovi stimoli nelle scuole.

 

 

Sostieni il progetto ECCE per garantire l'accesso all'istruzione ai bambini di Kompong Chhnang e Mondolkiri

Magari ti interessa anche...

Go to top