Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.

 

Italian (IT)

La storia di Kunthy vince il Kunthy nel centro disabilipregiudizio

Kunthy è un bambino di 9 anni che vive nel villaggio di Dangkhao Mao, nella provincia di Kompong Chhnang. Kunthy è affetto dalla sindrome di Down e da ritardo mentale.

Come spesso accade in Cambogia, la madre di Kunthy non era consapevole dell’importanza delle cure prenatali e, nonostante durante tutta la gravidanza avesse sofferto di debolezza e vertigini, si era recata solo due volte al centro sanitario per le visite di controllo. Quando è nato Kunthy, i genitori non sapevano nulla di questa malattia. Avevano solo notato che Kunthy aveva una “faccia strana” e, in seguito, che aveva difficoltà nell’esprimersi e non parlava come gli altri bambini.

Due mesi dopo la nascita di Kunthy ci siamo recati in visita dalla famiglia e abbiamo trovato un bambino molto malato e gravemente malnutrito. Abbiamo proposto  alla sua famiglia l’inserimento nel programma di supporto nutrizionale e grazie alla fornitura di alimenti e al supporto degli assistenti sociali,  Kunthy è riuscito a recuperare peso e a ristabilirsi.

Leggi tutto...

Seng Mara con gli altri ragazzi a Kampong SomLa storia di Seng Mara

Seng Mara è un ragazzo di 18 anni che soffre di epilessia e ritardo mentale. Vive con la sua numerosa famiglia (ha 2 sorelle e 7 fratelli) in condizioni di povertà.

L’abbiamo conosciuto nel 2009, quando è entrato a far parte del nostro progetto di Riabilitazione su Base Comunitaria. Ai tempi era un ragazzo timido e solitario. Non si sentiva integrato nel suo villaggio, i genitori lo trascuravano rispetto ai fratelli a causa delle sue condizioni e non lo coinvolgevano in nessun evento sociale o pubblico. Non gli piaceva stare in compagnia o giocare con i suoi coetanei, apprezzava solo la compagnia dei propri familiari.

Leggi tutto...

testi cambo sito

I grandi cambiamenti partono dalle piccole storie o, meglio, dalle storie dei più piccoli

Chhin Chin è una bambina di 8 anni molto timida e con difficoltà a relazionarsi con gli altri a causa di alcune disabilità che la limitano nei movimenti e nelle più basilari azioni della vita quotidiana. La famiglia di Chhin Chin vive in uno stato di degrado e di ignoranza, terreno fertile per far accrescere il pregiudizio, l’indifferenza e la rassegnazione. La naturale e logica conseguenza è il crearsi dei validi alibi per giustificare la propria inadeguatezza a prendersi cura di questa bambina. Sia le sorelle che i genitori infatti trascurano le condizioni psico-fisiche di Chhin Chin: non la seguono nella fisioterapia, non le permettono di frequentare la scuola e non si curano del suo sostentamento.

Leggi tutto...

Kyaing Tong: acqua potabile per 4 villaggi

Una donna attinge l'acqua al nuovo pozzoDomenica 23 Marzo, alla presenza delle autorità locali e militari, è stato inaugurato il nuovo water supply system costruito da New Humanity per i villagi di Loimwe, Kun Sai Upper, Kun Sai Lower e Ywa Thit appartenenti alla township di Loimwe.

Il nuovo sistema consiste in una pompa elettrica alimentata a pannelli solari, una cisterna della capacità di 30.000 galloni inglesi e di un sistema di distribuzione a gravità che porta l’acqua in 22 punti suddivisi nei quattro villaggi.

Leggi tutto...

Kyaing Tong: non serve più bollire l'acqua dell'orfanotrofio

filtro per la bollitura dell'acqua e lampada UVL’orfanotrofio governativo di Kyaing Tong, che ospita 50 bambini in prevalenza di etnia Akkà (80%) e Laho (20%) provenienti dal distretto di Kyaing Tong, nello stato Shan orientale, non dispone di una fornitura d’acqua regolare e sicura dal punto di vista igienico.

L’acqua che viene immagazzinata nella cisterna è fornita dall’acquedotto pubblico, ma ha un alta percentuale di sedimento, tanto che può essere usata per le pulizie degli ambienti e degli indumenti dopo alcuni giorni di sedimentazione. Allo stesso modo l’acqua pompata mediante un sistema ad aria compressa da un pozzo profondo 90’ (circa 30 metri) anche se più limpida non è totalmente sicura per il consumo umano.

Leggi tutto...

Regala un lieto fine...

Go to top